Corte Mainente è una azienda vitivinicola di Soave, nata nel 1939 da una famiglia di viticoltori. La produzione dei vini in bottiglia della cantina è limitata, per l’impegno sul fronte qualitativo.

Sono 20mila le bottiglie che escono ogni anno da Corte Mainente: 6 mila di Tovo Al Pigno, un Soave classico; 4 mila bottiglie di Soave Cengelle, che nasce da vigneti di Garganega e Trebbiano di Soave situati ai piedi del monte Tenda; il resto è diviso fra il Netrroir, vino affinato per 12 mesi in cantina e frutto della selezione delle uve migliori dei 12 ettari di proprietà di Corte Mainente, Recioto «Luna Nova» e Spumante Brut.

Il Soave Tovo Al Pigno ha ottenuto negli ultimi tre anni (2013, 2014 e 2015) il premio «La Corona», dalla guida ai Vini Buoni d’Italia del Touring Club. Mentre il Soave Netrroir, che nasce da un paziente affinamento, è stato premiato con la medaglia di bronzo Decanter nel 2016 sull’annata del 2014.

«Il nostro obiettivo è quello di migliorare la qualità dei nostri vini, mantenendo una produzione di bottiglie adeguata», fa notare Davide Mainente, enologo, che a Soave, in viale della Vittoria, gestisce l’attività assieme al fratello Marco, agronomo, e al papà Ugo, enologo pure lui.

L’azienda Corte Mainente produce in totale ogni anno dai 1.200 ai 1.500 ettolitri di vino fra imbottigliato e vino venduto a terzi.

Corte Mainente è impegnata anche nella vendita all’estero. Punta sui mercati di Stati Uniti e Giappone, ma con un occhio anche al Nord Europa, per sviluppare una produzione che mira innanzi tutto alla qualità e alla valorizzazione del territorio.

«L’export copre il 15% della nostra produzione, mentre il rimanente 85% lo vendiamo in cantina e attraverso il canale di ristoranti, hotel e wine bar», afferma Davide Mainente,

Maurizio Corte
@cortemf


Alberto e Lorenzo nell'enoteca Emporio diVino di Verona

Alberto Zambelli e Lorenzo Greatti nell’enoteca Emporio diVino

Due sommelier professionisti nel cuore di Verona propongono i migliori vini veronesi delle piccole cantine scaligere di qualità: Soave, Valpolicella, Lugana, ma anche le bollicine con lo spumante e il Lessini Durello. I due sommelier sono Alberto Zambelli e Lorenzo Greatti, titolari dell’enoteca Emporio diVino, aperta a Verona nel 2007 e che ha su questo sito web il servizio di e-commerce. «Il nostro lavoro consiste nel selezionare i migliori produttori di vino», spiegano Alberto e Lorenzo, «per proporli ai clienti, ai ristoranti, alle trattorie e agli winebar».

Nell’enoteca di via Pallone, nel centro di Verona, sulla strada che dal fiume Adige porta all’Arena, l’amante del vino può trovare la migliore selezione: dal Valpolicella al Lugana, dal Soave al Bardolino, alle bollicine. C’è poi una sezione per i distillati, con le grappe, gli whisky, i gin e i cognac. C’è una sezione dell’olio extravergine di oliva, con i prodotti oleari di punta di Mezzane di Sotto. E c’è lo scaffale dei dolci artigianali.


VALPOLICELLA, SOAVE, LUGANA E GLI ALTRI DELLE PICCOLE CANTINE DI QUALITA’

«La nostra scelta è stata chiara sin dall’inizio: proporre i migliori vini veronesi delle piccole cantine veronesi di qualità», sottolineano Alberto e Lorenzo. «Siamo l’unica enoteca a Verona dove il cliente, privato consumatore o ristoratore, può trovare una selezione ragionata dei vini del territorio a produzione artigianale. Tutto è partito con le nostre guide enoturistiche: Un Vino Un Territorio, dal Soave al Valpolicella, al Bardolino, al Custoza, al Lugana».

Dalla passione per il vino agli studi come sommelier della Fisar il passo è stato breve, per Alberto Zambelli e Lorenzo Greatti: «Non abbiamo grossi nomi, fra le nostre etichette; e neppure le cantine sociali, che pure sono importanti. Loro fanno un buon lavoro di promozione del vino scaligero nel mondo; noi spingiamo i piccoli produttori: anche chi mette sul mercato solo 5-10mila bottiglie».


IL NEGOZIO DEI PRODUTTORI SCALIGERI

I piccoli produttori di vino Valpolicella, Soave, Lugana possono così vedere servite le loro bottiglie anche sui tavoli dei ristoranti e nei bar di qualità. L’Emporio diVino è distributore di vini nella rete della ristorazione veronese per conto delle aziende vinicole. «Possiamo fornire anche due-tre cartoni di bottiglie di vino alla volta», spiegano i due titolari. «Siamo di fatto il negozio dei piccoli produttori. E lo siamo con i prezzi che i clienti, privati o ristoratori che siano, troverebbero in cantina. Come potrebbe, del resto, una piccola azienda permettersi un punto vendita in città?».

«I nostri clienti italiani sono acquirenti spesso di fascia alta», spiegano Alberto e Lorenzo, che fanno anche consegna a domicilio dei vini veronesi, nell’area della città, e vendita online, su questo sito web. «Sono soprattutto professionisti in cerca di una produzione vinicola di Soave, Valpolicella e Lugana che non trovano nella grande distribuzione organizzata. I clienti stranieri sono invece un mondo composito: dai turisti dei bus, che comprano due-tre bottiglie, ai vacanzieri di giugno dal Nord Europa che riempiono l’auto di vino veronese, ai russi, ai brasiliani o ai turchi che vengono a Verona per le fiere».


PRODUZIONE VINICOLA DI ALTO LIVELLO AL GIUSTO PREZZO

Con che criterio sono scelti i vini veronesi di qualità da vendere nell’enoteca e nel sito dell’e-commerce? «Cerchiamo prodotti di alto livello, da giusto prezzo e con una bella immagine», rispondono i titolari dell’Emporio diVino. I sommelier Alberto e Lorenzo,  forniscono anche la consulenza per le cene in casa, consigliando gli abbinamenti fra i menù delle serate e i vini adatti.

«Il lunedì lo dedichiamo al giro delle aziende: visita alle coltivazioni e poi la conoscenza della cantina con gli assaggi. I clienti interessati possono venire con noi in visite guidate alle realtà vitivinicole. Il venerdì è invece dedicato, su prenotazione, alle serate degli assaggi in negozio: spieghiamo ai clienti l’approccio al vino, l’analisi sensoriale. Lo facciamo con degustazioni dove invitiamo i produttori che ci riforniscono».

Un capitolo a parte riguarda il cibo – stavolta non soltanto scaligero – che l’Emporio diVino propone: olio extravergine di oliva (di Mezzane e del lago di Garda, ad esempio), riso e pasta artigianali, tartufi del Molise, aceto balsamico di Modena e Reggio Emilia, cioccolato di Alba, i dolci natalizi e pasquali. Tutti prodotti scelti con la stessa attenzione alla qualità con cui Alberto e Lorenzo scelgono i vini veronesi delle piccole cantine.


VINI GARANTITI DALLA VIGNA ALLA BOTTIGLIA

«Il cliente che entra nella nostra enoteca ci chiede di assaggiare vini veronesi di qualità, con una produzione che sia garantita dal campo delle viti alla cantina, dalla vinificazione all’imbottigliamento. Lo stesso richiede il ristoratore o il gestore di un winebar che vogliono offrire il meglio ai propri avventori», sottolineano Alberto Zambelli e Lorenzo Greatti, dell’enoteca Emporio diVino di Verona. «Per questo abbiamo scelto di selezionare la migliore produzione vinicola veronese: vini Valpolicella, Soave, Lugana per citare i più famosi. E di proporla sia nel nostro negozio di via Pallone 8/b, nel centro della città; sia nel negozio online che fa e-commerce dei vini veronesi».

Maurizio Corte
@cortemf